L’autore si racconta. Emilio Andrea Di Blasi.

Il genio di Emilio Di Blasi, ci ha cosi coinvolto, che abbiamo iniziato a ‘stalkerizzarlo’ virtualmente, sino a renderci conto che non avevamo sbagliato. Preso il contatto, gli abbiamo chiesto di raccontarsi. Signori, la purezza del genio, che intanto apre con una poesia dedicata al rispetto alla donna, ma che se approfondite, è il rispetto per tutti.

 

 

 

 

 

Leggi tutto

L’inchiesta. A Sant’Agata Li Battiati in provincia di Catania le eccellenze della letteratura italiana.

Con quella copertina solo un titolo: “Un imbecille tra gli imbecilli svetta sul podio!”. Ebbene si, con questa locuzione aprirei le prime pagine di un qualunque giornale che può trovarsi in un qualunque bar di centro o periferia di una qualunque città, da Agrigento e Pordenone!

Nelle classifiche di vendita di SatelliteLibri, piattaforma che raccoglie il meglio degli editori indipendenti italiani, tenaci combattenti di uno strameritato spazio nelle librerie italiche (cit.), Alessandro Marinaro, regista, sceneggiatore e scrittore catanese, con un curriculum accattivante si impone forte al secondo posto dei libri più venduti pubblicati da editori indipendenti con Storie di presunti imbecilli. A&A edizioni, può preparare platino da colare su una forma che riprenda l’autore, nella sua Sant’Agata Li Battiati, piccolo paesino in provincia di Catania che accoglie il meglio contemporaneo della letteratura. Sentite e leggete i pochi nomi che seguono.

 

Leggi tutto

L’intervista alla morte, il Dono di Francesca per noi.

La scrittrice e poetessa Francesca Dono ci omaggia della sua
Intervista alla morte

Intervistatore: non so come chiamarla, signora.

Morte: Potrei avere un nome qualunque
Niente di eclatante . Potrebbe chiamarmi fine
o anello del corpo senza che qualcuno possa dire: si lo voglio.

Intervistatore: Lei è felice del suo cambiamento?

Leggi tutto

“BATTIATI CULT”, il contenitore culturale creato dal Sindaco Rubino in prima assoluta con Antonio Privitera

BATTIATI CULT si è inaugurata sabato 28.10.17 presso la Biblioteca Comunale “Giovanni Verga” del comune di Sant’Agata Li Battiati, ed è quanto il neo (ma ancor neo?) Sindaco della ridente,  nuovamente e finalmente, cittadina Sant’Agata Li Battiati, Marco Nunzio Rubino, aveva promesso e ha realizzato. insidiatosi l’11 giungo scorso, il primo cittadino della comunità etnea, aveva garantito la svolta, per la sicurezza, per la cultura, per il salotto bello  buono di Catania, si perché Sant’Agata Li Battiati è a pochi km da Catania.

Leggi tutto

La scrittura creativa emozionale di Igor Damilano e Cinzia Lacalamita

   Si è tenuto lo scorso week-end presso la sede dell’Apssi di Catania, diretto della dott.ssa Monteleone, in un ambiente respirato e respirabile di psicologia, senza alcuna discriminazione da titolo accademico, il corso intensivo di scrittura creativa emozionale presentato dagli autori, nonché collaboratori, della casa editrice Imprimatur, Cinzia Lacalamita e Igor Damilano (in foto vicino alla proiezione). Il corso per non più di venti unità, si è svolto in due giornate, intense, ma non per questo pesanti. Diverse le personalità che hanno partecipato alle lectio brevis et magistralis dei due noti scrittori italiani: scrutatori del pensiero

Leggi tutto

Torna Alessandra Bucci con “Oltre” edita dalla novella Chiaredizioni

Alessandra Bucci, è una eclettica artista italiana, col cipiglio luciferino per la passione della scrittura. Passione che è divenuta una straordinaria attività che le ha garantito dei premi di spessore e di caratura nazionale. Insegnate di professione, oltre a deliziarci con i suoi romanzi che affrontano le tematiche della persona e della personalità, attraversando la … Leggi tutto


ESCLUSIVA! Nicola Vacca a poche ore dall’uscita del suo “Lettere a Cioran” si racconta!

Di professione critico letterario, Nicola Vacca, ama leggere, scrivere, il cinema e la musica… e così ci accoglie:

Lettere a Cioran è un cammino nel pensiero di uno dei più controversi scrittori del Novecento. Con questo libro ho voluto rendergli omaggio ma soprattutto nei diciotto capitoli che lo compongono ho voluto, come giustamente osserva Mattia Luigi Pozzi nella prefazione, dire quello che Cioran significa per me: una bussola nel mare aperto delle parole.
Perché Cioran è un autore presente, e nella sua presenza contro (o nonostante) il  tempo storico sta la sua scandalosa inattualità. Vivo al suo fianco da ben 37 anni, da quando lo incontrai casualmente esposto, per la prima volta, nella vetrina della libreria del mio paese natale. Squartamento fu una vera rivelazione: come scrivo nel libro, “mi accorsi subito che Cioran era un pensatore dinamitardo, che non aveva paura di usare le parole e di chiamare le cose con il loro nome”.  Il rigore dei suoi ragionamenti, innestato nel tessuto di frammenti lucidi e netti, lo rende inavvicinabile a modelli o a scuole di pensiero. È  un libro motivato dall’amore incondizionato per le sue parole dissacranti, pronunciate da uno scrittore antimoderno, estremo fino al limite del coraggio,  vitale nella sua irrimediabile immanenza. Diciotto raffigurazioni, composte senza la presunzione di esaurire l’autore in una dialettica onnicomprensiva, guidate dal demone della ricerca, perché «nella vita la cosa più terribile è non cercare più». Scrivere a Cioran significa aprirsi alla domanda fondamentale su se stessi, sull’abisso inafferrabile delle nostre gioie e dei nostri fallimenti”.

Leggi tutto

Salvatore Massimo Fazio finalista alla XV edizione del “Contropremio Carver”

(fonte premiocarver.wordpress.com)

Considerato il premio letterario indipendente migliore d’Italia con i quasi 7000 libri letti ed esaminati, il Carver porterà nella città Toscana i finalisti delle sezioni narrativa, poesia e saggistica. E come accade ormai da 15 anni Andrea Giannasi presenterà con gli autori i libri ricordando sono questi ad essere premiati e non i nomi sulle copertine o i marchi editoriali. In primo piano la lettura e la ricerca di nuove storie, forme, stili. Nelle edizioni precedenti, nomi altisonanti si sono aggiudicati il premio, come Cinzia Tani. Quest’anno con la sua problematica, quanto polemica fatica letteraria “Regressione suicida, dell’abbandono disperato di Emil Cioran e Manlio Sgalambro” edito da Bonfirraro, Salvatore Massimo Fazio, approda tra i sei finalisti nell sezione saggistica. l’eclettico intellettuale catanese, spesso nel mirino di molti, per quel suo far schietto e diretto, ha messo tutti in riga e a tacere. “Non lo so se arrivo tardi o presto in finale ad un premio così prestigioso,  so che ci  arrivata l’opera che per sei anni mi ha tenuto fermo a studiare e spulciare ovunque per trovare novità […] certo che vorrei vincerlo, sai quanti paradisi si aprirebbero?”
L’appuntamento è per giorno 11 novembre a Lucca.

Leggi tutto

Sant’Agata Li Battiati città della cultura, sport e spettacolo: morta e risorta grazie alla nuova Amministrazione


Sant’Agata li Battiati, la piccola cittadina a quattro km da Catania, dopo un ventennio a riposare, per proseguire quell’epiteto di “dormitorio”, dimenticando che prima dell’autonomia, altro non era che il salotto buono di Catania, in quanto rione a nord della città etnea, risorge come è giusto che sia.

Non son mancate le eccellenze negli anni, quando la si considerava la Svizzera italiana, e l’ ‘arte’ primaria era il commercio. Da tutte le parti si andava a Battiati, per il caffè e per le magie di ‘sfornamento’ di talenti calcistici dei fratelli del Bar Fazio, Enzo e Salvatore. Nomi quali Orazio Russo, bandiera del calcio Catania, che fu svezzato da Enzo Fazio, o Francesco Millesi da Salvo Fazio.

Con l’avvento e la vittoria di Marco Nunzio Rubino a carica di Sindaco, le cose sembrano essere cambiate. In meno di 50 giorni dall’insediamento, il Sindaco “del fare”, ha “sinergizzato” e creato un clima di cooperazione per il benessere della cittadina. Le sue strategie del buon fare gli danno ragione e la cittadinanza tutta se ne accorge e gioisce.
Laddove i dubbi insorgevano, memore delle delusioni precedenti, perché nella squadra attuale vi sono alcuni rappresentanti della precedente amministrazione, oggi sono stati smentiti, grazie ad una forza che è stata creata, proprio per il punto cardine e di rilancio del paese: sport, cultura, spettacolo, rappresentate dagli assessori Mavilla e Pulvirenti.

Oltre la regolare festa al Santo Patrono, San Lorenzo, il boom è arrivato con una Estate Battiatota che non ha nulla da invidiare a nessun’altra. Ne risenteno, nella sua accezione positiva anche i commercianti, che proponendo le proprie pietanze o le proprie bellezze di ristoro per il “forestiero”, esaltano ancor di più Sant’Agata Li Battiati.

Complimenti alla nuova amministrazione.
Che possa andare avanti così…. chi ben comincia è a metà dell’opera.

Tutte le info su ESTATE BATTIATI 2017,  potete leggerle cliccando qui.

Sant’Agata Li Battiati CITTA’ DELLA CULTURA, la targa che ci aspettiamo.

Jazz a Villa Vittoria a Sant’Agata Li Battiati – tutti i concerti ad ingresso gratuito

TUTTI GRATUITI I CONCERTI DI ‘JAZZ A VILLA VITTORIA – STAGIONE CONCERTISTICA 2017’.
La seconda edizione della rassegna “Jazz a Villa Vittoria”, coordinata dal jazzista Antonio Petralia, ha ricevuto un segnale forte da parte dell’Amministrazione Comunale della città di Sant’Agata Li Battiati, che si è dimostrata subito favorevole all’iniziativa per dare continuità alla prima edizione che ebbe un enorme successo. “Nonostante le poche risorse – dichiara il direttore artistico Antonio Petralia – ma grazie al patrocinio dell’Assessorato Regionale al Turismo e Spettacolo, nella persona dell’On. Anthony Barbagallo, si è riusciti a garantire questo continuum con gli ingressi interamente gratuiti dal 5 agosto al 15 settembre per gli eventi che potenzieranno le eccellenze del jazz nella cittadina etnea dove sono nato e cresciuto. Non posso non ringraziare la famiglia Terranova per la meravigliosa location e l’amministrazione comunale nelle persone del Sindaco Marco Rubino e dell’Assessore al ramo Salvo Mavilla“.