Agenda

 

 

Mag
21
dom
2017
Salvatore Massimo Fazio al XXX Salone Internazionale del libro di Torino 2017 @ Si Vu Plè
Mag 21@12:00–13:30

1111111Con lo stravagante saggio in omaggio ai filosofi Cioran e Sgalambro, Salvatore Massimo Fazio, all’antitesi di quei signori che si inventano antologie dopo la morte di Manlio Sgalambro, omaggia i due maestri con rispettosa devozione, accontentandoli attraverso un suicidarli nel pensiero, per liberarsene… di loro e di “quei 4 lecca culo che seguivano Cioran per avvicinarsi a Sarte e Sgalambro per avvicinarsi a Battiato”…. eroico. IN VIA BERTHOLLET 11 a TORINO, domenica 21 maggio h. 12 un brunch con l’autore, per il Salone internazionale del Libro OFF.

 

(Il giorno prima, sabato 20, alle ore 11, potrete trovare il Nostro presso lo stand T29 del Salone Internazionale del Libro intervistato dai tipi della FIUS – Federazione Italiana Unità Scrittori)

Giu
11
dom
2017
Salvatore Massimo Fazio a Una Marina di Libri Palermo @ Orto Botanico
Giu 11@17:00–18:00

INVITO PALERMOReduce dal successo ottenuto al Salone Internazionale del Libro di Torino 2017 (dove si è presentato in conferenza stampa con la maglia da giuoco di Francesco Totti, per rendergli onore) e dal Salone Internazionale del Libro OFF presso la location del Si-VU-Plé, l’intellettuale catanese, tra i pensatori più sui generis, dialogherà con il giornalista Fabio Bagnasco all’ombra del fico, presso L’Orto Botanico di Palermo, in Via Lincoln 2, per l’ottava edizione del festival del libro Una Marina di Libri.

Lug
5
mer
2017
Salvatore Massimo Fazio chiude Parole alla Mescita dialogando con Domenico Trischitta @ Città Vecchia
Lug 5@19:30–22:30

5 luglio trischittaParole alla mescita, la meravigliosa rassegna letteraria che ogni anno si ripete a Catania presso il prestigioso Wine Bar Città Vecchia, in Via Gemmellaro 56 Angolo Via Pacini, giunge a conclusione e i botti sono assicurati. Il drammaturgo, giornalista e scrittore Domenico Trischitta, dialogherà del suo ultimo libro col filosofo nichilista Salvatore Massimo Fazio.

Lug
8
sab
2017
Salvatore Massimo Fazio presenta BREAKDOWN! di Gianfranco Sorge @ Museo Emilio Greco Catania
Lug 8@17:00–18:30

8 luglioIl nuovo libro di Gianfranco Sorge, è certamente un candidato al prossimo premio Bufalino. Sabato 8 luglio nella calda Catania alle ore 17, presso il Museo Emilio Greco, gli scottanti argomenti trattati nel romanzo Breakdown!, augh edizioni, non potevano avere come relatore e presentatore il nostro Salvatore Massimo Fazio, filosofo libero da ogni etichetta che non le manda a dire e che racconterà l’importante ascesa al….. non vi diciamo cosa di Alberta, Alessio e Lori. Immancabile prima nazionale, nella città dello scrittore e del relatore.

Lug
25
mar
2017
Salvatore Massimo Fazio al 17° Festival Internazionale del Cinema di Frontiera @ Marzamemi
Lug 25@23:00–Ago 1@22:45

Il 25 luglio in prima nazionale al 17° Festival internazionale del cinema di frontiera a Marzamemi andrà in onda il docufilm su Manlio Sgalambro con la supervisione di Sebastiano Gesù curato da Alfio Vecchio e Sebastiano Pennisi. Il docufilm vede la partecipazione di personaggi vicini al filosofo lentinese quali, il suo barbiere, Salvatore Massimo Fazio, AngeloScandurra, Domenico Trischitta, Giuseppe Raciti, Rocco Giudice e Irene Sgalambro.  Il nostro Massimo, durante le riprese ha raccontato, il rapporto intimo e la rottura, citando anche i libri Insonnie. Filosofiche poetiche aforistiche, c.e.c.m. edizioni, che Sgalambro spinse per la pubblicazione nel 2011  e Regressione Suicida, Bonfirraro editore, dove Fazio si congeda definitivamente dal pensiero dell’ex maestro.

Lug
30
dom
2017
Salvatore Massimo Fazio presenta Regressione Suicida a Regalbuto @ Associaizone culturale "I vaneddi dell'arte"
Lug 30@20:15–21:30

Domenica incontro speciale a Regalbuto, la presentazione del libro Regressione suicida dell’abbandono disperato di Emil Cioran e Manlio Sgalambro, vedrà la partecipazione dell’autore e l’intervento di due finissimi intellettuali, Liborio Erba e Cateno Tempio. Alle 20 presso la piazzetta del Corso in Via G. Ingrassia a Regalbuto (Enna)

Set
29
ven
2017
Incontro con Salvatore Massimo Fazio – Asilo Infantile “Luca tapparelli” Azeglio (TO) @ Asilo infantile "Luca Tapparelli"
Set 29@21:00–22:45

Il 29 settembre h. 21 ad Azeglio (To) col patrocinio dell’Amministrazione Comunale, presso il primo asilo italiano, voluto fortemente da Massimo D’Azeglio, si terrà l’incontro con Salvatore MassimoFazio, per disaminare la sua tesi del nichilismo cognitivo. Presenterà l’incontro Giuseppe Lo Faro. Interverrà e dialogherà con l’autore Federica Campione.

L’occasione è gradita per presentare l’ultima opera del filosofo catanese, “Regressione Suicida. Dell’abbandono disperato di Emil Cioran e Manlio Sgalambro”, pubblicata lo scorso ottobre per i tipi di Bonfirraro Editore, dove la tematica della speranza viene bandita a favore di una negazione dalle dipendenze intellettuali che distruggono la pars creativa delle persone, Fazio rigetta e rinnega Sgalambro.

‘Regressione suicida. Dell’abbandono disperato di Emil Cioran e Manlio Sgalambro’ Bonfirraro Editore, è un saggio filosofico romanzato, fruibile a presentabile e agli addetti ai lavori e al lettore di narrativa.

__________________________
Salvatore Fazio detto Massimo è nato a Catania nel 1974. Scrittore, filosofo, blogger e pittore. Si laurea con una tesi di estetica presso l’Università degli Studi di Catania dal titolo “Cioran e Sgalambro: un confronto”, tesi che in sede di discussione crea polemiche col correlatore prof. Coniglione. Dello stesso Sgalambro, conosciuto casualmente ad una cena anni dopo il conseguimento del titolo accademico, viene definito il discepolo (La Sicilia del 04/01/2009 – L. Ciliberti n.d.r.). Esordisce nel 2005 con I dialoghi di Liotrela. L’albero di Farafi o della sofferenza, edito da C.U.E.C.M, un dialogo tra un filosofo, un demiurgo e un uomo di autostrada, elaborato insieme al poeta e scrittore Giovanni Sollima. Nel 2007 forse il più noto dei docenti dell’Università di Studi di Bologna per la cattedra di Estetica, Umberto Eco, vuole conoscere Fazio e Sollima, si pensa di adottare come corso monografico proprio il pamphlet scritto dai due. Fazio parte, rigorosamente in treno e si incontra con “l’uomo che tutto conosce”, il testo non sarà adottato, ma Eco lo vuole autografato tra lo stupore dei due amici scrittori. Nel 2009 esce il racconto Villa Regnante per i tipi di enricofolcieditore. Ambientato a Palermo, città dove Fazio ha vissuto tre anni, con un taglio paradossale politicamente destro-proletariato, ‘Villa regnante’ vince il primo premio del concorso nazionale ‘Segni d’amore’. Il 14 gennaio 2010 sarà invitato a presentarlo presso l’Aula Magna della Facoltà di Scienze Politiche di Catania dai politologi Salvo Coco e Massimiliano Scalisi con la moderazione del prof. Salvatore Aleo. Presenzierà al richiamo nella città natia anche Guglielmo Ferro, regista nonché curatore della prefazione e il cantautore Mapuche, al secolo Enrico Lanza (con quest’ultimo si fortifica un’amicizia che si consoliderà in diverse collaborazioni). Nello stesso anno, con il conduttore Ubaldo Ferrini, si propone con un talk-show che diverrà leggendario in soli 3 anni ‘Permette una parola?’ è una forma di interazione col pubblico sfruttando, e spiegandolo prima alla platea, le forze e le sensibilità di varie sfaccettature della vita di ogni uomo. Ha trionfato. Insonnie, C.U.E.C.M. 2011, è il suo capolavoro indiscusso, strutturato in tre parti nella forma della prosa, della poesia e dell’aforisma, nel quale coinvolge il lettore sulle grandi tematiche etiche ed ontologiche dell’uomo, scarnificandone i concetti precostituiti con un nichilismo definito cognitivo (Luigi Pulvirenti, n.d.r.) che si scaraventa con smania distruttiva contro la filosofia accademica, la procreazione in un mondo occidentale dove tutto crolla costantemente verso l’edificazione del niente. Insonnie sarà tradotto in Spagna e in Norvegia.
Il 13 ottobre 2016 in vista dell’uscita del nuovo libro e in esclusiva in accordo con il nuovo editore, rilascia per la giornalista e blogger Annalisa Soddu una intervista che crea diversi dubbi e polemiche (oltre 3000 visitatori in poco più di qualche minuto) che viene ripresa da Il Mattino di Napoli.
Il 14 ottobre 2016 (doveva essere il 12) viene pubblicato per il colosso della saggistica e dell’inchiesta, Bonfirraro Editore, l’addio al nichilismo, omaggiando con suicidio letterario i suoi due maestri, il titolo suscita subito qualche disagio e parecchie polemiche nell’area intellettuale italiana: Regressione suicida, dell’abbandono disperato di Emil Cioran e Manlio Sgalambro.

Ogni anno, lo si trova a dirigere per conto di comuni italiani e privati rassegne artistiche, che sono sempre un boom di pubblico e successo.

Ha ricevuto l´onorificenza presso l´Istituto Italiano di Cultura ad Oslo in Norvegia.

Nov
11
sab
2017
Salvatore Massimo Fazio a Lucca in finale al contropremio Carver XV edizione – 2017 @ Cnetro culturale Agorà
Nov 11@15:00–18:00

l Contropremio letterario Carver nato a Roma nel 2003 e giunto alla quindicesima edizione, ha deciso di scegliere Lucca come luogo per la cerimonia di premiazione dell’edizione 2017. L’evento si terrà sabato 11 novembre a partire dalle ore 15 presso l’auditorium del centro culturale Agorà in pieno centro storico (Piazza dei Servi – via delle trombe 6).

Considerato il premio letterario indipendente migliore d’Italia con i quasi 7000 libri letti ed esaminati, il Carver porterà nella città Toscana i finalisti delle sezioni narrativa, poesia e saggistica. E come accade ormai da 15 anni Andrea Giannasi presenterà con gli autori i libri ricordando sono questi ad essere premiati e non i nomi sulle copertine o i marchi editoriali. In primo piano la lettura e la ricerca di nuove storie, forme, stili.

Sono diciotto titoli in finale con autori provenienti da tutta la penisola. Le scrittrici e gli scrittori arrivano da tutta Italia: Roma, La Spezia, Vercelli, Pistoia, Ravenna, Napoli, Crotone, Bergamo, Chieti, Firenze, Catania, Trento e molte altre città ancora. Ad organizzare l’evento è Prospektiva, piattaforma letteraria (www.prospektiva.it), in collaborazione con Prospettiva, Tralerighe libri e l’associazione Historica Lucense.

Nella narrativa i finalisti dell’edizione 2017 sono i libri: “La quarta estate” di Paolo Casadio (Piemme); “Amori regalati” di Olimpio Talarico (Aliberti); “La disertora” di Barbara Beneforti (Iacobelli); “La dodicesima nota” di Lev Matvej Loewenthal (Carteggi Letterari); “E pensare che c’entravamo tutti” di Giancarlo Marino (Homo Scrivens); “Il giorno dell’assoluzione” di Annalisa Venditti (dei Merangoli).

Per la saggistica in finale sono arrivati: “Il confine umano vite in cerca di pace” di Patrizia Angelozzi in collaborazione con  Consorzio Matrix (Ianieri); “Rose de Freycìnet. Una viaggiatrice clandestina a bordo dell’Uranìe negli anni 1817-1820” a cura di Federico Motta (Il Frangente); “La committenza Medicea nel Rinascimento. Opere, architetti, orientamenti linguistici” di Maria Vitiello (Gangemi); “Italiano urgente. 500 anglicismi tradotti in italiano sul modello dello spagnolo” di Gabriele Valle (Reverdito); “Meglio di niente. Le fondamenta della civiltà europea” di Danilo Breschi (Pagliai); “Regressione suicida dell’abbandono disperato di Emil Cioran e Manlio Sgalambro” di Salvatore Massimo (Bonfirrano).

Infine per la poesia in finale: “Poesie del taschino” di Giovanni Cavazzuti (Pellegrini); “Il cielo di scorta e altre offerte della settimana” di Anna Martinenghi (Linee infinite); “Modalità silenziosa” di Emma Pretti (Genesi); “Fiori di luce” di Walter Viaggi (La ruota); “R:existance” di Edoardo Olmi (Ensemble); “Pietre e amarene” di Chiara Nobilia (Giovane Holden). (fonte: premiocarver)

Lascia un commento