Fondamenta inquietanti – Luca Marchioro

Luca Marchioro, esordisce con un giallo thriller, a tratti comico, a tratti angosciante, di quelle sensazioni del vivere che riscopriamo quotidianamente in ognuno di noi. Pubblicato da una realtà editoriale ben consolidata, goWare editore, il veneto che suona rockabilly e che già con alcuni racconti è presente in delle antologie di genere, racconta la vicenda in cui si trova Divo, un rude detective, che sta consumando alcool in un locale, che viene importunato da un testimone che assiste casualmente ad un omicidio di un uomo che, tra i tanti colpi di scena, si scoprirà essere il marito di una ex fiamma del Divo medesimo! Lui, detective privato, che le donne sono la risorsa del fascino assoluto, si ritrova ad indagare con Giulia, una ispettrice di polizia, molto eros e con Gianni, collega dalle mille risorse. Tra un indizio e tanti altri, la bellezza della scrittura di Luca Marchioro, ci porta al gusto e alla particolare preparazione del fegato di bovino, anche lì, con diversi indizi, per scoprire la vera e assoluta migliore ricetta, il tutto come il jazz vuole: improvvisazione e surrealismo narrativo (quasi un prendersi giuoco di se stesso per l’autore, noto musicista rocker nel vicentino). Ci entra anche l’Hard Rock Cafè in questa meravigliosa lettura, ottima per gli inverni freddi con whisky e sigarette o per le estati soffocanti e torbide che appassiscono l’Italia intera. Ma non solo. La narrazione di Marchioro sviscera la mascolinità rude, gradita alla femminilità coinvolgente. Esordio, senza dubbi, gradevole e travolgente. Narrazione che ti fa proiettare come personaggio che il lettore può scegliere…. anche se ci si riconosce quasi di primo istante… a partire da una moglie spacca palle e poco incline alla comprensione.

LUCA MARCHIORO, FONDAMENTA INQUIETANTI, goWARE EDIZIONI, € 10,99 (in e-book € 4,99). VOTO 7 e 1/2.

Share