L’inchiesta. Scrivere un libro a sei mani: si può? Salvo Fleres ha intervistato per noi tre straordinari autori che lo hanno fatto!

Salvo Fleres, per un giorno si presta ad indagare nella volontà di tre scrittori di pubblicare un libro a sei mani. Ecco l’intervista per il nostro blog Letto, riletto, recensito!

1) Da che cosa è nata l’idea di un libro a sei mani?

Adriano Di Gregorio (AD): L’idea di scrivere un’opera a sei mani è nata nella maniera più semplice di tutte, cioè da una chiacchierata con il mio amico Piero, che avevo conosciuto in occasione di un’altra raccolta antologica. Piero mi ha proposto l’idea che mi è piaciuta subito e poi abbiamo coinvolto Mario Lo Giudice.

Piero Juvara (PJ): Voglio solo aggiungere a quanto detto dal caro Adriano che c’era in me anche il desiderio di offrire al futuro lettore una produzione letteraria più ampia e più ricca di novità appunto, ma anche di sensazioni e di esperienze certamente diverse l’una dall’altra, con l’avvertenza che, in questo caso specifico, nel pozzo avrebbe trovato non una sola luna… ma ben tre lune!

Leggi tutto

Alessandro Garigliano, Mia figlia Don Chischiotte, NNEditore – Le recensioni in LIBRIrtà di Domenica Blanda

Per la prima volta la rubrica Le recensioni in LIBRIrtà, curata da Domenica Blanda nel blog Letto, riletto, recensito!, racconta e recensisce un libro di un autore catanese, ciò è motivo orgoglio per tutto lo staff del blog, nato sviluppatosi ed estesosi proprio nella città etnea e che ad oggi vanta sette collaboratori in tutta Italia, tra queste proprio Domenica, piemontese di Verbania, che ha aperto la rubrica ad oggi più seguita. Buona lettura e buon coinvolgimento con Alessandro Garigliano e il suo “Mia figlia Don chischiotte” pubblicato per NNEditore.

Con una genialità unica e un linguaggio scorrevole e piacevole l’autore rilegge e trasporta nella sua vita familiare il romanzo di Cervantes ,opera a cui dedica molto studio.
Lui disoccupato, con lavori precari si dedica alla figlia con passione e dolcezza.
Come Don Chisciotte, folle, spregiudicato, irrazionale è sua figlia: intraprendente, non curante dei pericoli, instancabile, coraggiosa ed adorabile,la “principeffa”
Sancho è lui, assoluto servitore devoto.