Archivi tag: Recensioni in LIBRIrtà

Amos Oz, La scatola nera , Feltrinelli editore – Le recensioni in LIBRIrtà di Domenica Blanda

Traduzione dall’ebraico di Elena Loewenthal, per chi la conosce è già indice positivo.

La struttura del libro è quella di un epistolario. Ileana, dopo sette anni da un difficile divorzio con Alec, gli scrive per chiedere aiuto nella gestione del loro figlio, Boaz, adolescente irrequieto e problematico. Alec ha disconosciuto il figlio, per fare un dispetto alla moglie ( si scoprirà nella loro corrispondenza i motivi per cui lei non ha fatto resisteza : paradossalmente simili) Lui si è trasferito in America, famoso studioso di fanatismo religioso, lei s è è rimasta in Israele e si è risposata con un ortodosso. Alec e Ilana non si parlano da sette anni. Come nella scatola nera che contiene le spiegazioni dei disastri aerei, così nelle lettere scambiate tra i diversi personaggi si trovano le ragioni della loro catastrofe. Tutti i personaggi, (proprio tutti) non si confrontano nel racconto, lo fanno a distanza, scrivendosi lettere. Le lettere degli ex coniugi sono ricche e appassionate ,ma non di minore interesse tutte le altre lettere dei personaggi di contorno.Il tempo nel romanzo passa, improvvisamente è passato un mese e il lettore viene a sapere solo a posteriori cos’è successo.
Continua la lettura di Amos Oz, La scatola nera , Feltrinelli editore – Le recensioni in LIBRIrtà di Domenica Blanda

Luigi Natoli, I beati Paoli, Sellerio editore Palermo – Le recensioni in LIBRIrtà di Domenica Blanda

Un bellissimo romanzo storico, nonostante la mole, 1280 pagine, è un libro che si legge senza fatica. Natoli ha ricostruito fedelmente Palermo e dintorni dell’inizio del XVIII secolo, usando fonti storiche. È un romanzo che scorre rapido, siamo nella Sicilia che va dal 1698 al 1719, tra Palermo Messina e Catania .È il momento in cui l’isola, con la pace di Utrecht (1713), viene ceduta dalla Spagna ai Savoia e poi contesa tra spagnoli e austriaci. Molti sono i protagonisti a cominciare da don Raimondo Albamonte della Motta che fa sparire gli eredi del fratello maggiore, morto in guerra, per appropriarsi di beni e poteri. Ci sono intrecci contorti, storie parallele,amori, tradimenti, buoni e cattivi, come nelle migliori storie. Ed una setta segreta, i Beati Paoli, che cerca di fare giustizia nella corruzione imperante . Si oppongono ai delitti di don Raimondo , senza farsi scrupolo compiendo a loro volta atti feroci. La loro attività si svolge nei sotterranei e nei cunicoli della città, ben descritti, con l’ approvazione tacita del popolo che se anche vede e sa, non parla. Due poteri contrapposti. Uno in ombra l’altro sui troni. Tanti colpi di scena rendono il romanzo più accattivante, emozioni, passioni travolgenti. Ma esistevano davvero?

Continua la lettura di Luigi Natoli, I beati Paoli, Sellerio editore Palermo – Le recensioni in LIBRIrtà di Domenica Blanda