L’inchiesta. Scrivere un libro a sei mani: si può? Salvo Fleres ha intervistato per noi tre straordinari autori che lo hanno fatto!

Salvo Fleres, per un giorno si presta ad indagare nella volontà di tre scrittori di pubblicare un libro a sei mani. Ecco l’intervista per il nostro blog Letto, riletto, recensito!

1) Da che cosa è nata l’idea di un libro a sei mani?

Adriano Di Gregorio (AD): L’idea di scrivere un’opera a sei mani è nata nella maniera più semplice di tutte, cioè da una chiacchierata con il mio amico Piero, che avevo conosciuto in occasione di un’altra raccolta antologica. Piero mi ha proposto l’idea che mi è piaciuta subito e poi abbiamo coinvolto Mario Lo Giudice.

Piero Juvara (PJ): Voglio solo aggiungere a quanto detto dal caro Adriano che c’era in me anche il desiderio di offrire al futuro lettore una produzione letteraria più ampia e più ricca di novità appunto, ma anche di sensazioni e di esperienze certamente diverse l’una dall’altra, con l’avvertenza che, in questo caso specifico, nel pozzo avrebbe trovato non una sola luna… ma ben tre lune!

Leggi tutto

L’autore si racconta. Cataldo Bevacqua.

Ad un anno dalla pubblicazione, ci facciamo raccontare dallo scrittore Cataldo Bevacqua il suo esordio editoriale.

 La Tregua di Natale di Ypres è il titolo del mio primo libro, edito dalla casa editrice goWare il sette dicembre del 2016.
Ypres, Belgio. Fronte occidentale della Prima Guerra Mondiale. E’ la notte di Natale del 1914. La luna piena splende candida in contraltare al buio della notte, e ovunque riluce il biancore della neve ghiacciata. I soldati inglesi sono assiepati all’interno delle loro trincee, quando improvvisamente vedono innalzarsi, al di sopra del fossato antistante in cui sono asserragliati gli uomini dell’esercito tedesco, un esile e minuscolo alberello di abete, graziosamente adornato con fievoli luci. Comincia così uno degli avvenimenti più affascinanti e commoventi che la storia dell’uomo ricordi: la tregua di Natale del 1914. L’idea di scrivere un testo sulla tregua di Natale è nata allorquando, attorno agli inizi del mese di novembre del 2014, ho avuto modo di seguire un servizio sul canale televisivo Rai Storia, riguardante gli episodi di tregua sorti spontaneamente tra i soldati degli opposti schieramenti nel periodo natalizio del 1914, durante la Prima Guerra Mondiale.

Leggi tutto

Alessandro Garigliano, Mia figlia Don Chischiotte, NNEditore – Le recensioni in LIBRIrtà di Domenica Blanda

Per la prima volta la rubrica Le recensioni in LIBRIrtà, curata da Domenica Blanda nel blog Letto, riletto, recensito!, racconta e recensisce un libro di un autore catanese, ciò è motivo orgoglio per tutto lo staff del blog, nato sviluppatosi ed estesosi proprio nella città etnea e che ad oggi vanta sette collaboratori in tutta Italia, tra queste proprio Domenica, piemontese di Verbania, che ha aperto la rubrica ad oggi più seguita. Buona lettura e buon coinvolgimento con Alessandro Garigliano e il suo “Mia figlia Don chischiotte” pubblicato per NNEditore.

Con una genialità unica e un linguaggio scorrevole e piacevole l’autore rilegge e trasporta nella sua vita familiare il romanzo di Cervantes ,opera a cui dedica molto studio.
Lui disoccupato, con lavori precari si dedica alla figlia con passione e dolcezza.
Come Don Chisciotte, folle, spregiudicato, irrazionale è sua figlia: intraprendente, non curante dei pericoli, instancabile, coraggiosa ed adorabile,la “principeffa”
Sancho è lui, assoluto servitore devoto.

L’inchiesta. A Sant’Agata Li Battiati in provincia di Catania le eccellenze della letteratura italiana.

Con quella copertina solo un titolo: “Un imbecille tra gli imbecilli svetta sul podio!”. Ebbene si, con questa locuzione aprirei le prime pagine di un qualunque giornale che può trovarsi in un qualunque bar di centro o periferia di una qualunque città, da Agrigento e Pordenone!

Nelle classifiche di vendita di SatelliteLibri, piattaforma che raccoglie il meglio degli editori indipendenti italiani, tenaci combattenti di uno strameritato spazio nelle librerie italiche (cit.), Alessandro Marinaro, regista, sceneggiatore e scrittore catanese, con un curriculum accattivante si impone forte al secondo posto dei libri più venduti pubblicati da editori indipendenti con Storie di presunti imbecilli. A&A edizioni, può preparare platino da colare su una forma che riprenda l’autore, nella sua Sant’Agata Li Battiati, piccolo paesino in provincia di Catania che accoglie il meglio contemporaneo della letteratura. Sentite e leggete i pochi nomi che seguono.

 

Leggi tutto

Irvin D. Yalom, Le lacrime di Nietzsche, Neri Pozza editore – Le recensioni in LIBRIrtà di Domenica Blanda

Il secondo giovedì di Letto, riletto, recensito! con la rubrica “Le recensioni in LIBRIrtà” curata da Domenica Blanda, ci apre alla filosofia lacrimosa di F. Nietzsche,  nel romanzo si Irvin D. Yalom.

Leggi tutto

Annie Ernaux, Gli anni, L’Orma edizioni – Le recensioni in LIBRIrtà di Domenica Blanda

Si inaugura oggi con “Gli anni” di Annie Ernaux, L’Orma editore, la nuova rubrica “Le recensioni in librirtà” del blog Letto, riletto, recensito! Il gioco del termine è voluto, perché la blogger Domenica Blanda, che la curerà, ha sottoscritto un partnership con noi che la rende libera di continuare a pubblicare le proprie recensioni dove e come vuole, dandoci semplicemente il preavviso che sta per pubblicarne una nuova ad ogni volta che è pronta. Felici di questa non esclusività che ci impegnerà a farci stare sul pezzo, auguriamo buon lavoro e buona lettura con questa prima puntata. benvenuta Domenica.

Leggi tutto

“BATTIATI CULT”, il contenitore culturale creato dal Sindaco Rubino in prima assoluta con Antonio Privitera

BATTIATI CULT si è inaugurata sabato 28.10.17 presso la Biblioteca Comunale “Giovanni Verga” del comune di Sant’Agata Li Battiati, ed è quanto il neo (ma ancor neo?) Sindaco della ridente,  nuovamente e finalmente, cittadina Sant’Agata Li Battiati, Marco Nunzio Rubino, aveva promesso e ha realizzato. insidiatosi l’11 giungo scorso, il primo cittadino della comunità etnea, aveva garantito la svolta, per la sicurezza, per la cultura, per il salotto bello  buono di Catania, si perché Sant’Agata Li Battiati è a pochi km da Catania.

Leggi tutto

Salvatore Massimo Fazio ad Una Marina di Libri 11.6.2017 all’ombra del ficus

sitoReduce dal successo ottenuto al Salone Internazionale del Libro di Torino 2017 (dove si è presentato in conferenza stampa con la maglia da giuoco di Francesco Totti, per rendergli onore proprio nel giorno che la Juventus batteva il Crotone e vinceva il suo 33° scudetto) e dal Salone Internazionale del Libro OFF presso la location del Si-VU-Plé, l’intellettuale catanese, tra i pensatori più sui generis, dialogherà con il giornalista Fabio Bagnasco all’ombra del fico, presso L’Orto Botanico di Palermo, in Via Lincoln 2, per l’ottava edizione del festival del libro Una Marina di Libri presentando l’acutissimo Regressione Suicida, dell’abbandono disperato di Emil Cioran e Manlio Sgalambro edito da Bonfirraro.

Chiusura d’élite per Jazz@Library2.1 a Sant’Agata Li Battiati il 22 aprile con Fabrizio Nicosia e Marcello Di Dio Trio (Digressione 71/b)

7bisPresso la Biblioteca Comunale della ridente Sant’Agata Li Battiati (appena 3,8 km dap Catania), sabato 22 aprile dalle h. 20:30 si chiude la maratona jazzista-letteraria che per una settimana non compie un anno di vita. Il progetto lanciato dal direttore artistico Antonio Petralia, acqua come “Jazz e Dintorni”, 8 incontri di Jazz alternati ad altri stili musicali e a culture artistiche come la foto, il cinema, la filosofia la pittura. E’ proprio nell’incontro con la filosofia al servizio della musica, che all’ospite, Salvatore Massimo Fazio, viene fatta proposta di collaborazione per fondere libri e jazz… e cosi si è progrediti con l’estiva “Jazz a Villa Vittoria”, bellissime 4 date in una patrizia dimora lussuosa, che ha avuto il battesimo con un solo scrittore, Gianluca Vittorio.

Leggi tutto

Jazz@Library 2.1- SAB 11.2.’17 Federico Miragliotta e Sergio Casabianca 4t. (Digressione 71/a)

Schermata 2017-02-07 alle 19.06.18Uno approda a Sant’Agata Li Battiati dopo aver vinto il prestigioso premio letterario nazionale La Capannina, l’altro a Sant’Agata Li Battiati, presenta in prima assoluta il primo album da leader.
Per il secondo incontro della rassegna lettera-musicale Jazz@Library 2.1 diretta da Antonio Petralia e coordinata da Salvatore Massimo Fazio, SABATO 11 FEBBRAIO 2017 presso la sala MARIA GRAZIA CUTULI della BIBLIOTECA COMUNALE “GIOVANNI VERGA” a SANT’AGATA Li BATTIATI, in VIA DELLO STADIO 19, dalle ore 20:30 lo scrittore Federico Miragliotta dialogherà col pubblico raccontando le visioni che lo hanno portato a scrivere un libro tanto fiabesco quanto inquietante che ha mosso la critica tanto da fargli aggiudicare il primo posto di vincitore del premio La Capannina 2016 l’autunno scorso. Con Alieni e Chiacchiere e comunque niente di importante, Armenio Editore 2016, Federico Miragliotta, si consacra dopo 6 libri scritti e tanto imprinting nel sociale, specie quello dell’immigrazione nella porta d’Europa: Lampedusa.

Dopo tanto interesse culturale miscelato alla indagine di una mente raffinatissima alle ore 21:30, ci onoriamo di avere la presentazione “prima” del primo album da leader del maestro Sergio Casabianca in Sergio Casabianca 4t.- Out of Cage
Il bravissimo chitarrista jazz, presenterà Out of Cage album di debutto da leader. Con lo stesso Casabianca alla c­­hitarra saranno: Riccardo Grosso al con­­trabbasso, Marco Puglisi piano­­forte e Andrea Liotta  batte­­ria. Cosa balena nelle reinterpretazioni di alcuni must del siciliano, talento jazzista che omaggia il grandioso Charlie Parker? Un’ora e anche più, di emozione musicale, che condurrà alla chiusura di questo secondo incontro della rassegna voluta dall’amministrazione comunale di Sant’Agata Li Battiati.

Leggi tutto