Libro che ha trovato un riscontro positivo dalla critica e una menzione speciale da Romana Petri. La piemontese, di Ivrea, Aurora Frola, non fa demagogia. Se il suicidio è l’unica possibilità, allora meglio vivere, dopo aver conosciuto l’inferno, per uscirne fuori e tornare a vivere, sempre all’inferno, ma di altra natura… ed è quest’ultimo che le restituisci la forza di continuare. Un libro straordinario che spinge il lettore a confrontarsi con i fittizi perbenisti.

 

 

AURORA FROLA, I RICORDI NON SI LAVANO, EDIZIONI DELLA SERA, € 14,00. VOTO: 9.

Share