piattoHD_breakdownCosa è il bigottismo? E perché ci sono le comuniste che spendono tanti soldi peri vestiti Armani? E ancora, perché ci si scandalizza che una persona che chiede cosa stai fando? conosce i tuoi superiori quasi fossero mici intimi di vecchia data? E perché, ancora, si accetta di avere accanto una persona della quale non si condividono medesimi modus vivendi? Può un vissuto drammatico, far accettare tutte queste condizioni? Il libro di Gianfranco Sorge, alla sua terza pubblicazione, è un correre verso la libertà, che le istituzioni familiari classiche e ignoranti, negano alla propria prole. Alberta, invece si oppone, con margini di errori notevoli, che creano conflittualità con la madre. Conflittualità che si risolveranno solo quando lei diverrà madre. E chi è il partner? Un colto intellettuale artista, che però chiede cosa stai fando? E da questa richiesta, Alberta, trarrà un suo volgersi verso una nuova vita, che per nulla è solo eccitante. Cade in quel baratro di chi si innamora e vuole tutto per sé l’uomo che le ha risvegliato le frequenze ontologiche. Ma chi è realmente Lori? Certamente sarà il padre del figlio di Alberta, l’uomo che firmerà un armistizio con la sorella caina di Alberta, solo nel momento in cui, la protagonista finirà in ospedale, operata d’urgenza, a causa di un tumore al cervello. Il genio di Sorge esplicita chiaramente tutte le necessità sociali, bigotte e arretrate, dove solo quando una disgrazia ti colpisce, il mondo quasi fa la cortesia di rendersi più accogliente. Se non ti vedono trafitto, la cattiveria non smetterà mai di governare. Un romanzo avvincente, formativo. Un invito a non scandalizzarsi, dove le parafilie, tali non sono, perché tutto ciò che ti rende sereno e gaio, è la tua vita. E ne hai una sola.

GIANFRANCO SORGE, BREAKDOWN!, AUGH EDIZIONI, € 14. VOTO: 9.

Share