Archivi tag: Manlio Sgalambro

17° Festival Internazionale CINEMA DI FRONTIERA – Marzamemi (SR) – dal 24 al 30 luglio ’17


Il 25 luglio in prima nazionale al 17° Festival Internazionale del Cinema di Frontiera a Marzamemi (Sr), sarà proiettato il docufilm su Manlio Sgalambro “I miei pensieri sono gli unici miei averi – La filosofia secondo Manlio Sgalambro” curato da Alfio Vecchio e Sebastiano Pennisi con la supervisione di Sebastiano Gesù. Il docufilm vede la partecipazione di personaggi vicini al filosofo lentinese quali, in ordine alfabetico:
Franco, il barbiere personale;
Salvatore Massimo Fazio;
Angelo Scandurra;
Domenico Trischitta;
Giuseppe Raciti;
Rocco Giudice;
Irene Sgalambro.

Il NOSTRO, durante le riprese ha raccontato, il rapporto intimo e la conseguente rottura, citando anche i libri Insonnie. Filosofiche poetiche aforistiche, c.e.c.m. edizioni, che Sgalambro spinse per la pubblicazione nel 2011  e Regressione Suicida – dell’abbandono disperato di Emil Cioran e Manlio Sgalambro, Bonfirraro editore, dove lo stesso Fazio si congeda definitivamente dal pensiero dell’ex maestro.

 

Share

Salvatore Massimo Fazio ad Una Marina di Libri 11.6.2017 all’ombra del ficus

sitoReduce dal successo ottenuto al Salone Internazionale del Libro di Torino 2017 (dove si è presentato in conferenza stampa con la maglia da giuoco di Francesco Totti, per rendergli onore proprio nel giorno che la Juventus batteva il Crotone e vinceva il suo 33° scudetto) e dal Salone Internazionale del Libro OFF presso la location del Si-VU-Plé, l’intellettuale catanese, tra i pensatori più sui generis, dialogherà con il giornalista Fabio Bagnasco all’ombra del fico, presso L’Orto Botanico di Palermo, in Via Lincoln 2, per l’ottava edizione del festival del libro Una Marina di Libri presentando l’acutissimo Regressione Suicida, dell’abbandono disperato di Emil Cioran e Manlio Sgalambro edito da Bonfirraro.

Share

Salvatore Massimo Fazio al Salone Internazionale del Libro di Torino (EVENTO)

LOCANDINA DA STAMPARETorino con bonfirraroForte del successo della sua personalissima ipotesi filosofica del Nichilismo Cognitivo, contro il parere di molti sviolinato di personaggi passati a miglior vita, il nostro assistito, ringraziando Manlio Sgalambro ed Emil Cioran, con questo libro decide di liberarsene, spiegando come la speranza è una invenzione bugiarda della mente alla quale non fare affidamento e con doveroso rispetto suicidando i due come esempio di distaccamento dalle dipendenze di qualsivoglia modalità. Ciò perché preoccupato sempre più che folli idolatri finiscono ad insegnare nelle università, anche solo come cultori della materia, condizionandosi (atteggiamenti, vestiario, inclinazione del tono vocale) e condizionando nuove e future leve. Fazio è in terremoto di denuncia senza preoccuparsi di fare nomi e cognomi. Il libro che presenta, Regressione Suicida dell’abbandono disperato di Emil Cioran e Manlio Sgalambro, edito da Bonfirraro prende anche le sembianze della professione dell’autore, ha infatti un taglio psicoanalitico, che punta all’uccisione metaforica e idealista, attraverso il superamento del complesso di Edipo, del padre o del mito di riferimento. Libro shock di risposta ad “una scaglionata antologia creata con sprazzi di morti che scrissero su uno dei due filosofi che tratto”.

Continua la lettura di Salvatore Massimo Fazio al Salone Internazionale del Libro di Torino (EVENTO)

Share

14 ottobre 2016 esce “Regressione Suicida, dell’abbandono disperato di Emil Cioran e Manlio Sgalambro” Bonfirraro Editore di Salvatore Massimo Fazio

foto222

(Utilizziamo il CS 1′ dell’Ufficio Stampa di Bonfirraro Editore per giustezza di fatti essendo l’articolo sul portale dello scrittore, A piè di pagina le prime recensioni e interviste anteposte alla presentazione del 16/10).

L’allievo suicida il maestro Sgalambro: il ritorno di Salvatore Massimo Fazio

A giorni in tutte le librerie “Regressione suicida”, la nuova creatura nichilista del noto filosofo catanese

Nietzsche lo chiamò “il più inquietante fra tutti gli ospiti”. Mentre nell’arte contemporanea, artisti del calibro di Maurizio Cattelan e Damien Hirst, esplicitano, con le loro opere, la rassegnazione dell’uomo contemporaneo occidentale di fronte alla intrascendibilità della morte.

Continua la lettura di 14 ottobre 2016 esce “Regressione Suicida, dell’abbandono disperato di Emil Cioran e Manlio Sgalambro” Bonfirraro Editore di Salvatore Massimo Fazio

Share

Dopo Genesis e Van der Graaf Generator, alla corte di Paul Whitehead arriva ILENIA VOLPE (Digressione 40)

parlano.di.catania.burnSi lo so bene, siamo in un casino di guai, senza soldi, senza nulla…ed è proprio per questo che chiedo aiuto, così come quando lo chiedo per gli animali che amici e parenti trovano per strada moribondi e organizzo collette per rimetterli in piedi e dargli dignità. Ecco stavolta voglio iniziare raccontando una storia brevissima. Nel 2007 mi conosco con quella che chiamavo erroneamente Ilaria Volpe, solo dopo mesi mi entrò in testa il nome corretto, Ilenia Volpe. L’amicizia nacque su un social network, myspace, nel nome dell’ASRoma. Ascoltavo i suoi estratti musicali che pubblicava. In quel periodo e negli anni a seguire con la FMonade booking, organizzavo concerti e incontri culturali un pò in tutto lo stivale. Una sera ci telefonammo, non ricordo chi dei due, ma sicuramente io che scasso la minchia a quelli che per me sono talenti e le chiesi se mai fosse venuta a Catania per un live. La risposta fu negativa. Passarono due anni e Ilenia atterrò, assieme al pianista

Continua la lettura di Dopo Genesis e Van der Graaf Generator, alla corte di Paul Whitehead arriva ILENIA VOLPE (Digressione 40)

Share